07/06/2016 4.00

Di Nicola anticipa anche la pioggia

Pioggia ancora protagonista al Trofeo Banca Popolare di Bergamo, organizzato dal Tennis Club Città dei Mille di Bergamo (10.000$, terra). La giornata di martedì era iniziata regolarmente, poi un acquazzone ha fatto capolino sulla città e il programma si è interrotto grossomodo a metà. Intorno alle 18 è stato fatto un tentativo di rimandare in campo i giocatori, ma Giove Pluvio non ha fatto sconti. Intorno alle 19, il supervisor ITF Roberto Ranieri ha deciso di mandare tutti in hotel e ha stilato un maxi-ordine di gioco per mercoledì, con la bellezza di 14 match di singolare e due di doppio. Insomma, al Città dei Mille sarà un vero e proprio Super Wednesday. 

Prima che la pioggia facesse capolino, un paio di tennisti italiani si sono fatti notare con altrettante belle vittorie. Sul Campo numero 2, il primo a passare il turno è stato Gianluca Di Nicola. Il ragazzo di Avezzano ha colto un successo bello e convincente contro l’esperto Erik Crepaldi, terza testa di serie del torneo, con il punteggio di 6-1 7-5. Classe 1995, Di Nicola fa parte di una nidiata molto interessante del nostro tennis: le annate 1995 e 1996, infatti, promettono di dare soddisfazioni importanti. Il successo contro Crepaldi è un bel segno di maturità per un ragazzo che ha appena festeggiato il suo best ranking (n.702 ATP) grazie al bel successo nel recente torneo Future di Frascati (primo titolo da professionista). Allenato da papà Italo, al secondo turno avrà la classica prova del nove contro Jacopo Stefanini, reduce da una grande battaglia al primo turno, quasi quattro ore per battere Nicola Ghedin. 

A seguire, è arrivato il buon successo di Pietro Rondoni contro il tedesco Jakob Sude. La classifica vedeva favorito il vercellese, ma a questi livelli il ranking è un numero o poco più. Rondoni è stato bravo a tenere a distanza il tedesco e adesso guarda con ottimismo al secondo turno, dove pescherà il vincente tra Andrea Pellegrino e lo sloveno Tom Kocevar-Desman (n.6 del tabellone). Il match si giocherà in mattinata per rimettere “in pari” il programma e magari Rondoni potrebbe approfittare dell’eventuale stanchezza dell’avversario. Il programma scatterà alle 9 del mattino con gli ultimi sei match di primo turno (tra cui l’impegno dell’idolo di casa Andrea Falgheri, sotto di un set contro Riccardo Bellotti), dopodiché non prima delle 13 si giocheranno tutti gli ottavi di finale. 

Tra i match conclusi nella giornata di martedì si segnala il ritiro di Giacomo Miccini, costretto al forfait per infortunio dopo aver perso il primo set contro Alessandro Petrone, mentre avanzano il francese Johan Sebastien Tatlot  e il qualificato estone Kenneth Raisma, emerso da una bella battaglia di quasi tre ore contro il generoso Simone Roncalli, battuto con il punteggio di 7-6 2-6 6-3. Nella speranza che il tempo sia clemente, mercoledì il torneo entrerà definitivamente nel vivo. L’ingresso al Città dei Mille è gratuito per tutta la settimana ed è disponibile il livestreaming di tutti i match sul campo centrale tramite il sito www.youtennis.tv curato dai professionisti di Crionet.